Seguici su Twitter Seguici su Facebook Google Plus Linkedin Feed RSS

Laser nell’odontoiatria e procedure odontoiatriche laser assistite.


laserIl termine “laser” sta per Light Amplification by Stimulated Emission of Radiation (Amplificazione della Luce attraverso Emissione Stimolata di Radiazione). Tecnicamente, il laser è uno strumento che emette energia fotonica sotto forma di luce. In odontoiatria il laser consente di trattare la maggior parte delle patologie in modo sicuro, con ottimi risultati ed elevato comfort per il paziente.

 

A chi è rivolta ?

L’odontoiatria laser, per i suoi vantaggi, è la soluzione ottimale per pazienti di tutte le età con patologie di denti, gengive e mucose. È particolarmente indicata nei bambini, per il comfort e la sicurezza d’uso e nei pazienti adulti a rischio e non, per la assenza del sanguinamento e delle infezioni post-operatorie, e in tutti i pazienti per la ridotta necessità di prescrivere farmaci dopo ogni procedura laser-assistita.

Come funziona ?

Il laser emette un fascio di luce che lavora con precisione sulla zona da curare. Le caratteristiche fondamentali del laser sono che guarisce mentre agisce, grazie al fatto chesterilizza (letteralmente) ciò che tocca, e crea azione di fotobiostimolazione che incrementa tutti i processi della guarigione, con azione anti-edemigena, antinfiammatoria, antibatterica, promuovendo la riparazione dei tessuti. Quindi nella piccola chirurgia orale è estremamente piu’ vantaggioso della “lama fredda” (bisturi+punti). Nella cura delle gengive e degli ascessi, il laser “sterilizza” tasche gengivali e denti infetti, con scomparsa immediata dei sintomi. Nelle cure dei bambini risulta addirittura più sicuro degli strumenti tradizionali per la sua selettività di utilizzo sulle mucose (salvaguardando lingua e mucose da possibili traumi accidentali)

Principali applicazioni cliniche

  • Diagnosticare con accuratezza la carie
  • Gengivectomia, ovvero ridisegnare i contorni gengivali per problemi estetici
  • Allungamento corona clinica, per posizionare attacchi ortodontici abbreviando sostanzialmente il trattamento ortodontico o di ricostruzione conservativa-otturazione
  • Rimodellamento estetico parabole gengivali, anche post-ortodonzia
  • Preparazione del solci prima dell’impronta
  • trattare d’urgenza gli ascessi dentali
  • Esposizione dell’impianto nella seconda fase implantologica, evitando una seconda chirurgia
  • Frenectomia linguale rimuovere un frenulo linguale corto possible causa di problemi fonetici, ortodontici e posturali
  • Frenulectomia labiale rimuovere un frenulo labiale possibili causa di problemi ortodontici o paradontali (recessioni gengivali)
  • Vestibolo Plastica
  • Opercolectomia (procedura di dis-inclusione di canini inclusi)
  • Esposizione denti non erotti o inclusi
  • Biopsia incisionale e escissionale
  • Rimozione patologie orale e neoformazioni. Eseguire interventi di chirurgia orale (per asportare piccole neoformazioni patologiche)
  • Decontaminazione infiammazioni gengivali e risoluzione tasche paradontali. Eliminare il tessuto infiammato ed infetto delle tasche gengivali (terapia parodontale non chirurgica)
  • Desensibilizzazione del colletto o conseguente a traumi
  • Incappucciamento indiretto (disinfettazione della dentina e sigillatura dentinale vetrificazione presso la polpa)
  • Incappucciamento diretto. Coagulazinoe della polpa esposta
  • Pulpotomia parziale
  • Decontaminazione canali durante devitalizzazione. Decontaminare i canali infetti nella terapia canalare/devitalizzazione
  • Opercolectomia. Scappucciamento di denti con difficoltà di eruzione, sia durante trattamento ortodontico che non. Pericoronite. Scappucciare i denti del giudizio parzialmente erotti causa di ricorrenti ascessi (pericoronite)
  • Rimodelleamento parabole gengivali, ipertrofiche dopo trattamento ortodontico, o per causa di farmaci antiepilettici o cardiaci, gummy smile.
  • attivare e velocizzare il processo di sbiancamento durante gli interventi di cosmesi odontoiatrica

Quali sono i vantaggi dell’uso del laser?

  • minima o nulla necessità di anestetico locale
  • assenza di dolore post operatorio e gonfiore
  • assenza di sanguinamento
  • non servono punti (e quindi nemmeno tornare per toglierli)
  • guarigione rapidissima e mancanza di qualsiasi tipo di complicazione grazie alle capacità di biostimolazione e risanamento dei tessuti
  • non si perderanno nè i pasti (normali già il giorno successivo) nè la scuola (può tornare a scuola senza interruzioni immediatamente). Nè ci saranno limitazioni nella favella o altro.
  • assenza di recidiva (gli interventi riescono bene ed hanno successo terapeutico completo)
  • Il laser permette di salvare denti molto cariati, evitandone la devitalizzazione grazie alla tecnica di incappucciamento pulpare laser assistito, che ha una percentuale di successo più elevata rispetto alle tecniche tradizionali.
  • Il Dentista può sostituire l’uso del bisturi ed in chirurgia laser permette un buon controllo del sanguinamento, essendo per questo, strumento d’elezione in alcuni interventi (frenulectomie, gengivectomie, fibromi, epulidi, angiomi).
  • riduce di molto i sintomi e il decorso postoperatorio delle terapie, grazie alla riduzione della quantita’ di batteri presenti nei tessuti dentali e gengivali ed all’effetto biostimolante.
  • Perfetta decontaminazione nelle infezioni dentali e gengivali
  • Efficace coagulazione e rapida guarigione dei tessuti in chirurgia
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Feed RSS